۱۳۹۶ اردیبهشت ۲, شنبه

BARCELLONA – JUVENTUS 0 A 0: E’ SEMIFINALE !!!

Allegri conferma l’undici dell’andata, Luis Enrique recupera Busquets e Jordi Alba ma perde Marcherano (il centrocampista parte dalla panchina) e davanti a 96000 spettatori venuti al Camp Nou per la seconda remuntada, inizia la gara di ritorno dei quarti di finale di Champions League.
Pressa alto la Juventus all’avvio, Higuain svirgola e spreca dopo tre minuti la punizione di Pjanic battuta a sorpesa. Il Barcellona non resta di certo a guardare e comincia subito a spingere. Bonucci in diagonale salva in corner su Neymar, ma è sempre tra i piedi del Pipita la seconda occasione, al termine dell’1-2 involontario con Busquets. Il destro dell’argentino è violento ma fuori misura.
E’ aperto il match. Cuadrado è stoppato al momento della rifinitura, palla ai blaugrana e Rakitic spara in curva il cross da sinistra. Un minuto e il colombiano, in piena area, tenta un colpo spalle alla porta senza trovare il bersaglio. Il possesso palla dei padroni di casa è quello consueto, Messi non trova spazi finché non serve con una genialata delle sue Jordi Alba sulla corsa. Il catalano non ci arriva e Buffon respira.
Prende campo la squadra di casa, l’azione è avvolgente e il rigore in movimento di Messi si spegne clamorosamente a lato. Si va in apnea. Pala dietro di Jordi Alba, Neymar col sinistro mette a lato.Bonucci ferma Messi lanciato in campo aperto, Chiellini in scivolata evita che Neymar si presenti tutto solo in area. Ci provano eccome gli spagnoli, Messi trova la deviazione di Pjanic, Buffon è attento e ci arriva. La transizione Juve al minuto 38 per poco non sortisce gli effetti sperati. Higuain attacca lo spazio ma non riesce a trovare la potenza al momento della girata.
E’ in sofferenza la squadra torinese, mentre col passare dei minuti i blaugrana cominciano a manifestare insofferenza. Una rimessa laterale non restiutita, Neymar nervoso che si becca il giallo. Negli spogliatoi si va con un ottimo nulla di fatto.
Si riprende e il copione è lo stesso. Palla al Barcellona e ricerca del varco giusto tra le maglie strette bianconere. Neymar è irresistibile, mafinisce il campo, poi la Juve riparte. Cuadrado sciupa la sua occasione con un diagonale largo. Arriva come una sentenza il momento del massimo sforzo catalano. Neymar spara in curva una ripartenza, Messi sfoggia un sinistro fulminante che vola alto sulla traversa. Un assedio spezzato dalla verve di Cuadrado, il quale rientra e calcia sul primo palo guadagnando solo un corner. Siamo all’ora di gioco. Il mancino radente di Messi soffia sul palo, l’argentino non trova la porta nemmeno con una punizione dal limite perfetta per il suo sinistro, Neymar si accentra e anche lui non inquadra lo specchio.
Quando può, sempre meno, la Juventus abbozza delle repliche. La più pericolosa porta al tiro Pjanic e per poco non va a segno. Alex Sandro perde un pallone velenoso, Suarez punta Buffon ma Khedira lo travolge. Giallo giustissimo comminato da un arbitro davvero migliore in campo. Piovono palloni in area, Buffon sbaglia l’uscita e Messi si divora il gol del vantaggio. Ne mancano venti alla fine e ora l’assalto blaugrana è insopportabile. La Juventus si stringe sempre più e si salva talvolta in sicurezza, talaltra in affanno.
Barzagli per uno sfinito Dybala va a rinforzare la difesa. Meno dieci. Buffon smanaccia lo spiovente disturbato da Mascherano, il sinistro di Sergi Roberto, quindi Khedira non concretizza un contropiede. Il Barcellona non ha più la forza di far male ai bianconeri che, ora, ripartono con più frequenza. L’ultima occasione è sui piedi diLemina. Palla lenta sul primo palo e solo angolo. Poco male, i tre minuti di recupero non dicono nulla. La Juventus esce imbattuta dal Camp Nou e approda meritatamente alle semifinali del massimo torneo continentale. Alè.

0 commenti:

ارسال یک نظر